KIT BICI ELETTRICA

Il kit di trasformazione fai da te consente di trasformare una comunissima bici in una brillante bicicletta elettrica. Per ottenere la conversione della propria bicicletta è sufficiente avere dimestichezza con la semplice manutenzione della bici stessa, ad esempio lo smontaggio della ruota (anteriore o posteriore) e la sostituzione del copertone e della camera d’aria. Il kit è composto da un motore elettrico (hub motor) già raggiato su ruota da 20-26-28 pollici con cerchio in alluminio. I motori possono essere geared (con ingranaggi) studiati per una maggiore coppia in salita e con integrato un ingranaggio a ruota libera per una migliore pedalabilità in caso di utilizzo della bicicletta senza l’ausilio del motore. I motori geared sono estremamente piccoli (massimo 10cm di diametro) e leggeri (sono disponibili motori da 1,9Kg e da 2,2Kg) e se applicati al carro posteriore sono praticamente invisibili, dato che hanno dimensioni pari al pacco pignoni. L’altra categoria di hub motor sono i gearless privi di ingranaggi, la trasmissione del movimento è diretta; si tratta di motori molto potenti e veloci se alimentati con voltaggi elevati, sono un pò più pesanti dei geared, offrono una leggera resistenza all’avanzamento in assenza di movimento elettrico ma il tutto è ripagato dalle prestazioni esaltanti. In Europa la normativa relativa alle e-bike (electric bike) stabilisce che la potenza massima erogata deve essere di 250W, non importa quale tensione venga applicata purchè il prodotto risultante dal Voltaggio e dagli Ampere erogati non superi i 250W. Potenze superiori possono essere utilizzate solo per utilizzi su strade private (off road) come ad esempio sentieri di campagna o montagna. Inoltre la normativa richiede che l’assistenza del motore sia subordinata alla pedalata da parte del ciclista, in sostanza il motore assiste solo se il ciclista contribuisce in minima parte al movimento della bicicletta. Questo contributo viene rilevato mediante l’applicazione di un sensore di pedalata sul movimento centrale denominato PAS (Pedal Assistant System) mentre l’adozione di acceleratori manuali a manopola o a pollice (twist throttle, thumb throttle) deve essere considerato per usi off road, dato che la bici diventerebbe una sorta di motociclo. Ultimo componente indispensabile per il completamento del kit è la batteria; esistono in commercio diverse tipologie di batterie: le batterie da trazione (deep cycle) al piombo e piombo-gel (al piombo e silicone, talvolta erroneamente denominate al silicio), le batterie agli ioni di litio (li-ion) e da qualche anno in commercio le batterie LiFePo4 (litio-ferro-fosfati). La differenza sta nel peso e nella durata in termini di cicli di carica e scarica: le batterie al piombo sono relativamente economiche ma alquanto pesanti e hanno approssimativamente 200-300 cicli di carica e scarica completa, le batterie agli ioni di litio pesano un terzo e hanno circa 700 cicli di vita mentre le batterie LiFePo4 pesano leggermente più delle li-ion ma sono molto più stabili in caso di corto circuito e possono vantare una vita operativa di 1500 o addirittura di 2000 cicli. In sostanza se con le batterie al piombo e con un utilizzo giornaliero della bici si può contare sulla piena operatività della batteria per un anno o due, con le LiFePo4 si può continuare ad utilizzarle anche per 5 o 6 anni. Questo anche grazie all’elettronica di controllo montata on board, in sostanza si tratta di un circuito denominato BMS (Battery Management System) il quale controlla lo stato di carica e di scarica delle singole celle ottimizzando in pieno l’erogazione dell’energia sino “all’ultima goccia”. Inoltre le Lifepo4 sono batterie “verdi” nel senso che una accidentale dispersione nell’ambiente non provoca inquinamento, anche se è comunque opportuno un corretto riciclo delle stesse. Di norma con una batteria LiFePo4 da 36V e 10Ah (dal peso di 3-4Kg contro i 12-15Kg del piombo) è possibile percorrere da 30Km fino a 50-60Km se adeguatamente assistita. La batteria viene caricata mediante un caricatore (charger) che a seconda della potenza dello stesso (100W oppure 200W o 300W) è in grado di caricarla nel giro di 2-6 ore.
bici elettricabatteria lifepo4

Per maggiori dettagli clicca qui

bici elettrica

bici elettrica